Sono otto i comuni della Basilicata a entrare nella classifica stilata da Legambiente per i comuni più ricicloni d’Italia, quelli in cui la raccolta differenziata supera il 65% e sono tutti serviti da Serveco – Pellicano Verde. Montemilone, Banzi e Pignola superano il settanta percento, mentre Palazzo San Gervasio, Acerenza, Genzano di Lucania, Forenza e Cancellara si piazzano con risultati oltre il sessantacinque percento. Tre di questi, Banzi, Pignola e Cancellara sono considerati “rifiuti free”, comuni in cui si producono meno di 75 kg di rifiuti a testa, ogni anno. Un risultato raggiunto con la professionalità e l’esperienza di Serveco – Pellicano Verde ma soprattutto con la partecipazione dei cittadini, che hanno sposato il progetto di un territorio più sostenibile. “Un risultato raggiunto nonostante le difficoltà” commenta Pino Caramia, responsabile del servizio di raccolta “alcune di queste purtroppo anche salite agli onori della cronaca. Non ci siamo fatti demoralizzare, anzi, ci hanno dato la forza di continuare a fare il nostro lavoro con la stessa passione e la stessa tenacia che da oltre venticinque anni ci porta risultati importanti, come questo di essere riusciti a far entrare anche la Basilicata tra i comuni ricicloni d’Italia”.

Su centotrentuno comuni lucani, solo otto per il momento sono i comuni ricicloni: “Ci auguriamo che il nostro esempio possa essere seguito anche dagli altri, ben presto, anche in vista dell’importante appuntamento che vedrà la Basilicata al centro dell’attenzione di tutta l’Europa tra pochissimo tempo. Fare una buona raccolta differenziata, iniziare a considerare l’opportunità di produrre meno rifiuti, non serve solo a far parte di statistiche importanti, ma migliora di molto la qualità della vita del territorio. I cittadini serviti da noi sono consapevoli di questo e senza il loro aiuto questo risultato non si sarebbe potuto ottenere”.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*